E se la lingua che ora parliamo fosse nata prima come risposta a un mondo animato ed espressivo; come risposta balbettante non solo ad altri membri della nostra specie, ma a un cosmo enigmatico che già ci parlava in una miriade di lingue?

– David Abram

Perché ho conosciuto, in una certa misura, ciò che l’Orizzonte della Terra ha pensato.

– Mary Austin

cielo stellato di notte
Foto di Mindaugas Vitkus Ju – Unsplash

Questo articolo è la mia traduzione di un articolo originale scritto da Craig Chalquist, creatore della corrente dell’ecopsicologia che va sotto il nome di Terrapsychology. Professore di psicologia del profondo, autore e “deep educator” (come lui stesso si definisce), Craig unisce l’ecopsicologia con questo approccio simbolico e archetipico alla conoscenza della psiche, creando un approccio davvero unico e potente alla nostra crescita interiore, in sinergia con la psiche della Terra.

Earthdreaming è il nome che Craig dà ad un insieme di pratiche immaginative e riflessive che fanno parte di Terrapsychology, e nel proseguo te ne offre un assaggio. Buona lettura!

Se vuoi scaricare l’articolo originale, lo trovi QUI (purtroppo online non è più reperibile).

L’earthdreaming è un insieme di pratiche immaginifiche che rendono onore alla Terra al fine di arricchire le nostre relazioni con noi stessi, con gli altri e con il mondo naturale. È una psicologia del profondo non solo degli esseri umani, ma di tutto ciò con cui interagiamo.

Integrando l’esplorazione interiore con la creazione di risposte per le nostre difficoltà esteriori, l’earthdreaming può essere realizzato un po’ per volta, anche solo in una certa fase della nostra vita, oppure diventare una pratica che ci accompagna per tutta la vita. Lo scopo dell’earthdreaming è quello di immaginare, raccontare e generare nuove storie per rivitalizzare la nostra appartenenza al pianeta in un modo che sia pieno, armonioso ed inclusivo, sentendoci semplicemente come una fra le tante specie esistenti.

L’earthdreaming enfatizza le dimensioni delle nostre relazioni con il mondo che più ci permettono di andare in profondità nella nostra coscienza: “sognare” viene inteso come sognare di notte, ma anche come visoni diurne, aggiornando le storie capaci di orientarci nel mondo, come quando Jung scrive “dreaming the myth onward “ (“sognare il mito in avanti”).

In inglese antico, “dream” (sognare) significava “gioia, allegria, gaiezza” e persino “musica”). Abbiamo a cuore ciò che arriviamo ad amare, e non possiamo andare verso ciò che non possiamo immaginare. Per realizzare nuove possibilità dobbiamo prima sognarle.

Quando viene utilizzato come un percorso filosofico o spirituale incarnato e pratico, l’earthdreaming può essere pensato come terragnosi: una conversazione con la saggezza trasmutativa del mondo naturale. L’earthdreaming è “post credenza”, nel senso che non ricerca l’autorità dei dogmi, ma la qualità delle relazioni.

distesa verde di colline
Foto di Qingbao Meng – Unsplash

Per chi è l’earthdreaming?

  • Coloro che sognano la natura, gli animali, i luoghi o il pianeta
  • Attivisti in burn-out, o cittadini preoccupati per le condizioni del pianeta
  • Guaritori che desiderano lavorare con qualcosa di più della psicologia o della psichiatria
  • Chi desidera sviluppare le proprie capacità di storytelling nel proprio lavoro personale o collettivo
  • Chi cerca nuovi strumenti per risvegliare gli altri alla consapevolezza del nostro impatto sulla natura
  • Cercatori interessati a un nuovo sistema di orientamento per sé stessi, la vita e il mondo
  • Coloro per i quali workshop e terapia non hanno risolto i temi chiave della propria vita
  • Chiunque voglia riconnettere visione immaginativa e azione efficace
  • Chi è in cerca di un cammino spirituale al di là o al di fuori della religione
  • Persone religiose che vogliano aggiungere una dimensione naturalistica alla loro fede.
martin pescatore
Foto di Cincent Van Zalinge – Unsplash

A quali campi di conoscenza e pratica attinge l’earthdreaming?

  • Ecopsicologia: psicologia praticata con la consapevolezza che noi siamo parte della natura (Andy Fisher, 2002). Lo sforzo di comprendere, curare e sviluppare le dimensioni psicologiche e bio-sociali del rapporto uomo-natura attraverso la connessione e la riconnessione con i processi naturali nella rete della vita: “C’è una relazione sinergica tra il benessere planetario e quello personale; i bisogni dell’uno sono rilevanti per l’altro” (Greenway, Lenzo, Dilworth, Worcester, Buzzell, 2007).
  • Ecoterapia: una forma applicata di ecopsicologia; “un termine ombrello per indicare metodi di guarigione fisica e psicologica basati sulla natura” (Buzzell e Chalquist, 2009). L’ecoterapia fa parte di un Cerchio Ecologico di relazioni di guarigione reciproca tra gli esseri umani e il resto della natura (Clinebell).
  • Psicologia del profondo: il tipo di psicologia che prende il sogno, il sintomo e la fantasia abbastanza seriamente da lavorare con essi come espressione della nostra totalità, non solo della nostra mente cosciente (Janet, Freud, Jung, Von Franz, Hillman et al).
  • Terrapsicologia: approcci profondi, sistematici, trans-empirici all’incontro con la presenza, l’anima, o “voce” dei luoghi e delle cose: ciò che gli antichi conoscevano come il loro genius loci, lo spirito che li abitava. Lo studio di come i nostri rapporti con il mondo tendono a risuonare nella nostra vita “interiore”.
  • Enchantivism: (“incantivismo”) quando stimoliamo un profondo cambiamento sociale, sia a livello locale che più ampio, attraverso l’ispirazione e la visione. Mentre la riforma e l’attivismo tendono a spingere e a fare pressione, l’incantivismo si fa strada attraverso storie ricche d’incanto che parlano della comunità che più desideriamo.
  • Storytelling: presente in ogni cultura del mondo e recentemente oggetto di nuova valorizzazione grazie a recenti ricerche che ne dimostrano la maggiore efficacia nel trasmettere contenuti rispetto a discussioni o conferenze, capace anche di ridurre la polarizzazione e creare quindi maggiore partecipazione in chi ascolta. Le persone che hanno fatto davvero progredire l’umanità sono quasi sempre state dei narratori di grande fascino e carisma.
  • Folclore impegnato: studiare i miti, i racconti popolari e le fiabe per come le loro idee, i personaggi, le immagini e i temi ricorrenti possono connettersi con le situazioni attuali.
  • Teoria dei sistemi: un insieme interdisciplinare di approcci che studiano i sistemi come organizzazioni che si auto-sostengono e adattano (Meadows) tenute insieme attraverso complesse interrelazioni interne ed esterne viste nel loro insieme (Laszlo, Krippner, Capra). Osservando i sistemi in questo modo vediamo modelli piuttosto che foto statiche di un singolo momento (Senge, Wheatley).
  • Ecospiritualità (anche nota come “ecologia spirituale”): una raccolta informale di scritti, pratiche e intuizioni provenienti da molte culture (comprese quelle indigene) e regioni del mondo, incentrata su pratiche di natura rituale. “Se vogliamo ristabilire l’equilibrio nel nostro mondo, dobbiamo andare sotto la superficie per risanare la spaccatura tra spirito e materia e aiutare a riportare in vita il sacro” (Vaughan-Lee).
Cime di Lavaredo
Foto di Eberhard Grossgasteiger – Unsplash

Quali sono alcuni esempi di earthdreaming?

  • Interpretare gli eventi quotidiani interessanti come si interpreterebbero i simboli dei sogni
  • Imparare di più sugli animali e sugli elementi che sogniamo
  • Conoscere i ritmi di uno scenario naturale locale visitandolo regolarmente
  • Sperimentare come il contatto con la natura diminuisce l’ansia e risolleva l’umore
  • Confrontare i temi della nostra vita con quelli dei luoghi in cui viviamo
  • Tracciare paralleli tra i modelli archetipici che ci circondano e le loro espressioni interiori
  • Condividere storie sul rinnovamento delle nostre relazioni con il mondo naturale (e tra di noi)
  • Imparare a passare dalla preoccupazione per il pianeta all’azione costruttiva
  • Passare dal focus su ciò che deprime e spaventa al focus su ciò che può ispirare
  • Creare semplici ma potenti riti di passaggio per le transizioni chiave della nostra vita o marcare intenzioni e momenti speciali
  • La difesa delle piante, degli animali e della natura al di là dei partiti e della politica
  • Pratiche riflessive in sinergia con la natura, per amplificare la nostra percezione dell’anima del luogo e del pianeta
  • Correlare i cicli lunari e stagionali con il modo in cui si sviluppa la nostra vita.

Citazioni significative:

Il mondo è sacro. Noi siamo sacri. Tutta la vita è sacra. Le preghiere quotidiane sono pronunciate sulle labbra delle onde che si infrangono, i sussurri dei prati, il luccichio delle foglie.
– Terry Tempest Williams

Così questa Terra assomiglia a un grande animale o meglio a un vegetale animato, attinge il respiro etereo per il suo rinfresco quotidiano e il fermento vitale e traspira di nuovo con esalazioni grossolane.
– Sir Isaac Newton

L’essere umano è parte di un tutto da noi chiamato “Universo”, una parte limitata nel tempo e nello spazio. Egli sperimenta se stesso, i suoi pensieri e i suoi sentimenti, come qualcosa di separato dal resto; una sorta di illusione ottica della sua coscienza. Questa illusione è per noi una sorta di prigione che ci confina ai nostri desideri personali e all’affetto per le poche persone che ci sono vicine. Il nostro compito deve essere quello di liberarci da questa prigione allargando i nostri circoli di compassione per abbracciare tutte le creature viventi e l’intera natura nella sua bellezza.
– Albert Einstein

Quello che ho notato nel mio piccolo mondo è che se elogio i fiori selvatici che crescono sulla collina di fronte a casa mia, l’anno seguente raddoppiano in profusione e brillantezza.
– Alice Walker

aurora boreale
Foto di Vincent Guth – Unsplash

Il modo in cui pensiamo alla Natura influenza il modo in cui la trattiamo. Quando non vediamo altro che risorse da prendere, tutto sembra a nostra disposizione. Ma quando cominciamo a vedere organismi ed ecosistemi come mentori, diventiamo studenti, e il nostro rapporto cambia: dall’arroganza all’umiltà.
– Janine Benyus

La nostra sfida è quella di creare un nuovo linguaggio, anche un nuovo senso di ciò che significa essere umani. È trascendere non solo le limitazioni nazionali, ma anche l’isolamento della nostra specie, per entrare nella più ampia comunità di specie viventi. Questo porta ad un senso di realtà e di valore completamente nuovo.
– Thomas Berry

Oh, che catastrofe, che mutilazione dell’amore quando questo viene reso un sentimento personale, meramente personale. Questo è il nostro problema: sanguiniamo fin dalle radici perché siamo tagliati fuori dalla terra, dal sole e dalle stelle.
– DH Lawrence

Siamo chiamati ad aiutare la Terra a guarire le sue ferite e in questo processo guariamo noi stessi – fino ad abbracciare l’intero creato in tutta la sua diversità, bellezza e meraviglia.
– Wangari Maathai

Credo che il vero miracolo non sia camminare sull’acqua o nel vuoto, ma camminare sulla terra. Ogni giorno siamo parte di un miracolo che non riconosciamo nemmeno: il cielo azzurro, le nuvole bianche, le foglie verdi, gli occhi neri e curiosi di un bambino… i nostri stessi occhi. Tutto è un miracolo.
– Thich Nhat Hanh

Per tutta la mia vita, durante ogni minuto di essa, il mondo si è gradualmente illuminato e acceso davanti ai miei occhi fino a circondarmi, interamente illuminato dall’interno.
– Pierre Teilhard de Chardin

lupo che ulula
Foto di Federico di Dio – Unsplash
10-marco_priori-conversazioni-intorno-al-fuoco30