+39 393 7573058 hello@naturecoaching.net

Nel Bosco dei Talenti con Davide Sapienza

Diana Tedoldi intervista lo scrittore e geopoeta Davide Sapienza nell’ambito del progetto “Il Bosco dei Talenti” sviluppato per il Blog Intelligenza Primitiva, in sinergia con The Nature Coaching Academy, realtà internazionale dedita alla formazione di professionisti nell’ambito del coaching e della connessione profonda con la natura.

L’intervista a Davide Sapienza, in Valle Seriana (BG), Giugno 2020

Intervistare Davide Sapienza (qui la sua pagina in Wikipedia) in Valle Seriana (BG), nel 2020, assume un significato ancora più profondo. Qui infatti il dramma dell’epidemia da Covid-19 si è manifestata in tutta la sua drammaticità nei mesi fra Marzo e Giugno 2020, lasciando devastata la popolazione per le gravi perdite di vite umane, sollevando molti dubbi a questo proposito circa i veri motivi dei decessi. La giustizia farà il suo corso.

Davide è migrato in Valle Seriana dal monzese nel 1990. Ha scelto il massiccio della Presolana come nuova casa, e quelle montagne sono diventate per lui scuola di vita, palestra e ispirazione, mentori e maestre.

Una vera scoperta di sé e della vita che ha trovato una forte spinta nella magnifica natura circostante.

Davide Sapienza e la Geopoetica

Da questo intenso dialogo con il territorio nasce la Geopoetica: “la poesia della geografia, il nulla che all’improvviso diventa qualcosa e ti comunica”, secondo le parole di Davide, autore del fortunato libro “Il Geopoeta – Avventure nelle terre della percezione”.

I cammini geopoetici sono l’esperienza attraverso cui anche tu puoi vivere questo approccio alla natura: in essi, Davide guida i partecipanti a riconoscere i segni e i significati del paesaggio, riconducendoli a temi rilevanti per la nostra introspezione, accompagnando il cammino con letture di testi propri o di altri autori in risonanza con lo specifico tema prescelto.

  • Amplificare sensazioni e stati d’animo.
  • Improvvisare e adattarsi al momento presente.
  • Ascoltare il richiamo della terra e i suoi inviti a prendere quel sentiero abbandonato, seguire quel torrente invitante, scalare quella vetta che richiama all’ascesa in modo irresistibile.

Ogni cammino geopoetico diventa così imprevisto e imprevedibile – qualcosa che considero molto in linea con lo spirito di ascolto dell’esperienza e di apertura al momento presente, uno dei fondamenti della nostra intelligenza primitiva.

Ti invito quindi ad ascoltare per intero questa intervista densa e profonda, da cui trarre riflessioni e orientamento, nutrimento e ispirazione, per entrare ancora più in ascolto del tuo paesaggio interiore, attraverso un ascolto più consapevole dei paesaggi intorno a te.

La Valle nel Virus

La valle nel virus” è il titolo dell’ultimo libro a cui Davide Sapienza ha collaborato, in sinergia con Gessica Costanzo, reporter del sito web di cronaca locale “Valseriana News”.

Un’opera “dovuta” agli abitanti della Valle Seriana, perché le tante storie delle famiglie colpite dalla pandemia da Covid-19 non siano dimenticate.

Davide Sapienza: un fiume in piena

Davide Sapienza: uno dei più importanti traduttori di Jack London in italiano, amante dell’Artico e poeta della sua ineffabile luce, autore di reportage di montagna, scrittore per riviste e quotidiani nazionali (qui un articolo significativo per il Corriere Bergamo, pubblicato quel fatidico 8 Marzo 2020, subito prima del lockdown), oltre 20 anni di carriera nel giornalismo musicale.

Quando incontri Davide vieni travolto da un fiume in piena di esperienze, pensieri, riflessioni, citazioni, musica e parole.

Così nell’intervista è emersa una folla di autori, musicisti, filosofi e pensatori che desidero richiamare di seguito, per permetterti di entrare nelle terre interiori da cui Davide ha tratto le proprie ispirazioni più significative.

John Trudell, poeta, musicista e attivista nativo americano.

“Ragged glory” di Neil Young”

Bruce Springsteen: “Suono ogni nota come se fosse l’ultima della mia vita”.

Thomas Transtrommer, premio nobel per la letteratura nel 2011, il maggiore poeta svedese contemporaneo.

MARZO ’79

Stanco di tutto ciò che viene dalle parole, parole non linguaggio,
Mi recai sull’isola innevata.
Non ha parole la natura selvaggia.
Le sue pagine non scritte si estendono in ogni direzione.
Mi imbatto nelle orme di un cerbiatto.
Linguaggio non parole
.

– THOMAS TRANSTROMMER

L’intelligenza Primitiva di Davide Sapienza

Il grande punto di connessione fra Davide, Intelligenza Primitiva e la missione della Nature Coaching Academy: risvegliare la nostra connessione profonda con i luoghi e la natura, per scoprire il rapporto di mutua progettualità e co-costruzione che ci coinvolge.

Non solo infatti noi disegniamo i nostri luoghi, ma i nostri luoghi disegnano noi, la nostra interiorità, la nostra sensibilità, il nostro pensiero e le nostre azioni.

Il contenitore che determina il contenuto.

Il Genius Loci che genera il nostro genio nativo individuale.

Il nostro potenziale di essere e di esprimere, nella sua unicità.

Fai coaching con Davide Sapienza

Ecco allora alcune domande di coaching, che ho costruito a partire da alcune citazioni del DavidePensiero che puoi ascoltare nell’intervista.

Affonda queste domande nella tua attenzione, e lasciati rispondere, con il tuo tempo. Oppure prendi appunti sulle risposte che emergono ora, in un quaderno da dedicare a questo viaggio con me nel Bosco dei Talenti.

Ti presenterò un nuovo “Talento primitivo” ogni mese, all’incirca, e ognuno ti saprà ispirare a riflettere su nuovi aspetti di te e della tua vita.

Buon ascolto di te!

“Faccio quello che sono, sono quello che faccio”

  • In che modo si rispecchiano (o meno) il tuo lavoro e la tua identità più autentica?
  • Cosa potresti fare perché il tuo lavoro rifletta sempre di più chi sei veramente?

“Cosa fa meglio all’economia della vita?”

  • In particolare: cosa fa meglio, oggi, all’economia della tua vita?
  • Dove vedi un bilancio in rosso?
  • Come puoi aumentare le tue risorse, le tue riserve, la tua energia?

“Forse abbiamo perso un’occasione per ripensarci, per ripensare noi stessi”.

  • In che modo questo periodo di emergenza sanitaria e incertezza, può per te diventare un maestro?
  • Quali apprendimenti puoi attivare, in risposta a questo momento difficile per il pianeta intero, che ti aiutino ad attivare resilienza, forza interiore, capacità di contribuire a far emergere un nuovo mondo, per te stesso e per la tua comunità?

Il Bosco Dei Talenti

“Il Bosco dei Talenti” è un ciclo di interviste a personalità del mondo della cultura, dell’arte, dell’educazione e dello spettacolo.

Ogni intervistato rappresenta un particolare modo di incarnare quella che chiamo “intelligenza primitiva”: la capacità naturale che tutti abbiamo, e che condividiamo con gli altri esseri viventi, di stare bene e orientarci fra le cose del mondo, in diretta continuità con l’intelligenza del mondo naturale.

Scopri di più sull’intelligenza primitiva nel nostro sito web dedicato.

In ogni intervista pongo alcune domande chiave, sempre uguali, inerenti al modo originale ed unico che ogni personaggio intervistato ha di interpretare l’intelligenza primitiva nella propria vita, lasciando poi che la conversazione si sviluppi attraverso l’ascolto reciproco e lo scambio di punti di vista.

Iscriviti alla nostra newsletter o al nostro canale YouTube (attivando le notifiche) per essere informato ad ogni nuova uscita!

Clicca sulla foto qui accanto e guarda la prima intervista del ciclo “Il Bosco dei Talenti”, in cui ho incontrato Max Solinas.